Imparare a pilotare un aeromodello radiocomandato

Il pilotaggio di un aeromodello RC (controllo remoto), per chi non ha mai avuto esperienze, non risulta una pratica molto semplice, anzi, richiede una certa conoscenza delle basi del mondo RC, molte ore di pratica e soprattutto, cosa fondamentale, una persona esperta vicino che può dare un supporto, risulterà poi essere un bene prezioso.
Andiamo a conoscere dunque, passo passo la strada da percorrere per diventare un pilota di aeromodelli RC.


La comunicazione radio tra aeromodello e trasmittente

I comandi del velivolo rispondono ai segnali radio che passano attraverso l'aria dalla trasmittente (TX o radiocomando) alla ricevente (RX) posta sull'aeromodello, e tutto ciò avviene con lo stesso principio con cui vengono trasmessi i programmi televisivi e radiofonici.
Questi segnali vengono generali ogni volta che si sposta una levetta o un interruttore dal radiocomando e vengono emessi tramite l'antenna del TX e ricevuti dall'antenna della RX.
Tutti i segnali radio operano su FREQUENZE che possono essere in Kilohertz (Khz), Megahertz (Mhz)o Gigahertz (Ghz), e, TX e RX per comunicare devono operare sulla stessa frequenza.
 Tradizionalmente i sistemi di controllo radio operano su canali di frequenza designati nelle gamme MHz, ma più recentemente una nuova tecnologia radio, chiamata "spread spectrum", è diventata pratica comune in tutto l'hobby.
Questi nuovi sistemi RC utilizzano la banda di frequenza a 2,4 GHz e sono molto meno suscettibili a interferenze radio indesiderate. È una tecnologia migliore e più avanzata e le radio a 2,4 GHz stanno rapidamente sostituendo quelle in MHz, sia in aria che a terra.  

                                          

Indipendentemente dal sistema RC utilizzato, una volta che i segnali radio vengono rilevati dal ricevitore, tramite l'antenna ricevente, vengono trasferiti ai servocomandi ed ESC (Electronic Speed Controller in aerei elettrici) all'interno del modello e convertiti in movimento fisico.
I servi sono collegati direttamente alle superfici di controllo dell'aeroplano tramite collegamenti, quindi qualsiasi movimento del servo viene passato direttamente alla superficie di controllo a cui è collegato.
Il risultato finale è che quando fai un input al trasmettitore, qualcosa sull'aereo si muove per controllare l'aereo.


Come si muove e vira un aereomodello RC

Quindi ora sai che i segnali radio vengono inviati all'aereo quando azioni il trasmettitore, ma perché l'aereo fa quello che fa quando muovi gli stick?
Tutti gli aeroplani controllabili hanno superfici di controllo che sono attaccate (incernierate) alla loro superficie di volo principale. Diverse superfici di controllo hanno scopi diversi.
Le superfici di controllo primarie sono il timone, gli elevatori e gli alettoni.
Gli aerei rc più semplici mancano del comando degli alettoni e per deviare usano solo il controllo del timone; il timone è la parte mobile incernierata sullo stabilizzatore verticale, o pinna, all'estremità posteriore dell'aeroplano. Controlla il movimento direzionale o imbardata sinistra / destra dell'aeroplano; quando il timone si devia a sinistra, l'aereo gira a sinistra e quando il timone devia a destra l'aereo gira a destra.
L'elevatore è la sezione mobile incernierata sullo stabilizzatore orizzontale, o piano di coda, sito nella parte posteriore dell'aereo. Gli elevatori controllano l'assetto di beccheggio dell'aereo, indipendentemente dal fatto che il muso dell'aereo sia rivolto verso l'alto, il basso o livellato.
Quando l'elevatore viene deviato verso l'alto, l'aeroplano punta verso l'alto e quindi inizia a salire, o vola in piano, ma con un atteggiamento "a muso alto" se la potenza del motore e / o la velocità in avanti non sono sufficienti per causare una salita. Quando gli elevatori vengono deviati verso il basso, l'aereo si inclina verso il basso e inizia la discesa, quando invece vengono tenuti a livello, l'aereo rimarrà livellato (se correttamente baricentrato).
Gli alettoni sono le parti mobili (incernierate) sull'ala e sono situate sul bordo posteriore di ciascuna ala, generalmente verso l'estremità esterna, ma a volte lungo l'intera lunghezza del bordo posteriore. Gli alettoni sono uno a sinistra e uno a destra, e si muovono in direzioni opposte l'uno rispetto all'altro. Ciò significa che quando uno si sposta verso l'alto, l'altro si sposta verso il basso e viceversa.
Gli alettoni controllano il rollio dell'aereo attorno al suo asse longitudinale; alettoni di sinistra su / alettoni di destra verso il basso fa in modo che l'aereo rolli verso sinistra e alettoni di destra su / alettoni di sinistra verso il basso fa rollare l'aeroplano verso destra.
Quando vengono applicati gli alettoni, l'aereo rolla in quella direzione; quando l'elevatore in alto viene applicato simultaneamente, l'aereo entrerà in una virata nella stessa direzione. È così che gli aeroplani vengono fatti virare se non hanno il controllo del timone.


Numero dei canali

Ogni operazione che è controllabile su un aereo rc viene definita "canale".
Per comprendere il volo radiocomandato, è necessario un aereo con almeno tre o quattro canali. Un aeromodello a quattro canali avrà il controllo del motore (throttle), dell'elevatore (elevator), dell'alettone (aileron) e del timone (rudder) mentre un modello rc a 3 canali avrà il controllo del motore, dell'elevatore e, timone o il controllo degli alettoni, ma non entrambi.
Gli aeromodelli più complessi hanno più canali, ad esempio flaps di atterraggio e carrelli retrattili. Non ci sono regole su quanti canali deve avere un aereo rc, tutto si riduce al numero di funzioni che il pilota vuole avere sotto controllo.
Per la maggior parte dei piloti di rc di livello 'sport' e di livello club un aereo a 3, 4 o 5 canali è il più popolare.


Tipo di motorizzazione

Ad eccezione degli alianti a vela rc, tutti gli aeromodelli hanno bisogno di un motore di qualche tipo per generare la spinta per tirare o spingere l'aereo attraverso l'aria.
I due tipi di alimentazione principali sono la combustione interna (IC) e l'energia elettrica (EP). IC è un termine collettivo che copre tutti i tipi di motore che funzionano a carburante; questi sono benzina (benzina), miscela, diesel e kerosene.
Esistono molte diverse opzioni di aerei IC e EP rc disponibili e la dimensione del motore utilizzato dipende dalle dimensioni e dal peso del modello, nonché dalle prestazioni desiderate.
Ci sono diversi pro e contro per ogni tipo motorizzazione, ma è giusto dire che gli aerei elettrici sono diventati estremamente popolari, considerando che un paio di decenni fa erano a malapena disponibili.
La più recente tecnologia elettronica ha migliorato le loro prestazioni e capacità di volo al punto che un aereo EP ben equipaggiato può facilmente eguagliare un IC di dimensioni / design equivalenti in termini di velocità, durata e prestazioni acrobatiche. Questo non era possibile molti anni fa.
L'avvento degli aerei a basso costo e pronti al volo EP ha davvero cambiato l'hobby, e la maggior parte degli utenti che vogliono iniziare a volare scelgono proprio l'elettrico anche per la sua praticità. Detto questo, ci sono ancora molti principianti che preferiscono iniziare con un aereo IC e questo è perfettamente accettabile.


Aerei scuola

Per imparare a pilotare aeroplani RC è consigliato prendere un aereo scuola. Si tratta di aerei con determinate caratteristiche che li rendono piacevoli e stabili nell'aria.


E' importante la posizione dell'ala in relazione alla fusoliera. Se l'ala si trova sopra la fusoliera, allora c'è una buona possibilità che l'aereo sia effettivamente un trainer. Gli aerei ad ala alta quindi sono sempre la miglior scuola perché sono molto stabili e tolleranti; più pesa la fusoliera sotto l'ala e più l'aereo vorrà auto livellarsi naturalmente se lasciato volare da solo, sempre se ben baricentrato e trimmato.
Una volta acquisite le nozioni di base, è possibile passare ad altri aeromodelli più acrobatici.


Simulatori di volo RC

I simulatori di volo RC offrono il modo migliore di imparare a pilotare aeroplani rc senza il rischio di schiantarsi e danneggiare un modello reale. Un simulatore è una cosa che consigliamo vivamente.

Il simulatore di volo è un software che gira sul tuo computer di casa e che ha il suo controller in stile trasmettitore e ti consente anche di utilizzare direttamente il tuo trasmettitore. I moderni simulatori di volo rc, su un PC moderno e potente, sono estremamente realistici e un eccellente aiuto per apprendere velocemente.
Se sei seriamente intenzionato ad imparare a pilotare aeroplani rc, prendi in considerazione l'acquisto di uno dei simulatori migliori come Phoenix, RealFlight, Reflex XTR o AeroFly. In alternativa, guarda il simulatore FMS che è gratuito, e Clearview che è un'altra opzione.
Le simulazioni di volo RC ti permettono di imparare a pilotare un aereo a rc (anche elicotteri e droni) in totale sicurezza e ti insegneranno il coordinamento e le reazioni necessarie per far volare l'aeromodello reale. Ovviamente ci sono alcune differenze tra il volo di un aereo virtuale e quello reale, ma le basi sono le stesse e una simulazione può essere uno strumento inestimabile per il principiante.


Iscriversi a un club aeromodellistico o imparare da solo?

Mettersi in contatto con un club locale e cercare un istruttore è il modo migliore per imparare a pilotare aeroplani rc, non c'è dubbio. La maggior parte dei circoli di volo rc ha istruttori dedicati e alcuni club hanno persino un aeroplano scuola per principianti su cui imparare, in modo da non doverne comprare fino a quando non si è sicuri di voler entrare nell'hobby.
Fare scuola con un istruttore con il doppio comando è veramente una bella esperienza per il principiante, che può concentrarsi sull'allenamento senza avere paura di rompere il modello; il tuo TX è collegato al TX dell'istruttore con un cavo (o anche in modalità wireless) e può darti o portarti via il controllo dell'aeroplano semplicemente premendo un interruttore sul suo TX. È un metodo molto sicuro e collaudato.
Se non puoi o non vuoi entrare in un club, e non conosci nessuno che voli aerei rc, allora il "fai da te" è l'unica altra opzione, ma ti consigliamo di iniziare prima con un simulatore che, ha un valore inestimabile in questa situazione, e ci sono molti aerei pronti al volo elettrici che sono adatti per i principianti che desiderano imparare da soli.
L'autoapprendimento con un aeroplano a tre canali, rispetto a un 4 canali, è più facile, ma molti principianti riescono piano piano e con molta pazienza, a cominciare con un 4 canali, è solo che la curva di apprendimento è un po' più ripida.


Scegliere il tuo primo aeromodello RC

Questa è una decisione che non dovrebbe essere presa alla leggera, ma verrà il momento in cui sarai pronto per iniziare a imparare a pilotare gli aeroplani rc per davvero e di conseguenza hai bisogno di separarti dai tuoi sudati soldi!
Ora sai che gli aerei scuola sono i migliori per imparare, ma per quanto riguarda le dimensioni, il tipo di motorizzazione e il tipo di costruzione? Queste sono tutte cose che devono essere considerate quando fai shopping per il tuo primo aereo RC.
Dimensioni: la dimensione dell'aereo rc è data principalmente dall'apertura alare o dalla lunghezza complessiva delle ali dalla punta alla punta.
Un modello di dimensioni "buone" trainer è intorno ai 120 cm, ma a dire il vero questa è solo una generalizzazione molto vaga. Se il tuo "spazio di volo" è piccolo allora avrai bisogno di un aereo più piccolo. La maggior parte degli aeromodelli elettrici pronti al volo in EPP si inseriscono nell'intervallo di apertura alare 100cm a 150cm e anche molti rc trainer sono di queste dimensioni. Gli aerei IC saranno probabilmente più grandi di quelli elettrici, ma non è sempre una regola.

Puoi, se preferisci, orientarti su un modello molto più piccolo e imparare su un aereo 'ultra micro' come l'HobbyZone Champ. Il più grande svantaggio di questo aeroplano è che soffrirà di più il vento e quindi imparare a volare su aerei rc come questi è meglio farlo nei giorni di calma. Ma il Champ è un trainer molto popolare e molto conveniente.
Tipo di motorizzazione: potresti già sapere se vuoi pilotare IC o EP e la decisione spesso si riduce alle preferenze personali.
Se sei costretto a volare in uno spazio pubblico, come un parco, allora l'elettrico è la strada da percorrere. Gli aerei EP hanno un fattore di disturbo molto più basso perché sono, generalmente, molto silenziosi rispetto a un modello IC rumoroso. Imparare a pilotare gli aeroplani IC RC potrebbe significare che è necessario unirsi a un club per utilizzare il proprio campo di volo.
Inoltre, gli aeroplani EP richiedono meno accessori (ad esempio, nessun dispositivo di avviamento del motore) e sono, in genere, più economici da acquistare, quindi è possibile iniziare senza problemi con un aereo RC elettrico.
Costruzione: essenzialmente le tue scelte sono balsa / compensato o EPP (detti anche in schiuma). Gli aerei pronti al volo elettrici in schiuma sono molto comuni in questi tempi e ampiamente disponibili. Sono convenienti, relativamente economici e facili da riparare oltre ad essere più durevoli, in generale. Un aereo balsa / compensato rc può essere durevole ma quasi sicuramente subirà più danni in un brutto crash, e può essere complesso da riparare, anche peggio se non si ha esperienza di costruzione di aeromodelli.
Quindi se stai cercando il modo rapido e conveniente per iniziare l'hobby, l'EPP è la strada da percorrere. Man mano che acquisisci esperienza puoi passare agli aeroplani costruiti tradizionalmente, se è quello che vuoi.
In questo sito Web, RC Airplane World, vedrai i link a determinati aerei RC. Tutti gli aerei menzionati in questo sito sono stati scelti con cura perché sono perfettamente adatti a chiunque stia imparando a pilotare aeroplani rc e sono stati progettati proprio per questo.


La pratica è tutto

Una volta che hai qualche ora di volo e hai la sensazione di saper gestire un aeroplano rc, c'è un modo sicuro per migliorare le tue abilità di volo... la pratica!

La fiducia arriva solo con l'esperienza e più spesso voli, meglio sarà. Se hai accesso a un simulatore di volo rc allora è grandioso, migliorerai velocemente.
Ma proprio quando si impara a pilotare gli aeroplani rc bisogna essere pronti ad accettare di fare qualche crash ... Qualsiasi pilota rc che ti dice di non aver mai schiantato un modellino ovviamente non ne ha volato uno abbastanza a lungo!
I crash con aerei RC sono, purtroppo, molto ricorrenti, e prima o poi danneggerete il vostro aereo. Ma non vi preoccupate e continuate a praticare il più spesso, la cosa più importante da fare è godersi il volo e provare a ridere dei crash!
Ora vi lasciamo alla vostra "pratica" aeromodellistica e vi raccomandiamo ancora una volta di iniziare con un buon simulatore, sono soldi spesi bene che ve ne faranno risparmiare tanti!